Skip to content Skip to footer

Lo SVILUPPO dell’E-COMMERCE durante il COVID-19

Lo sviluppo dell’e-commerce durante il Covid-19 ha portato novità inaspettate.

Il Covid-19 ha cambiato inevitabilmente le abitudini di tutti. Costrette a stare a casa le persone hanno avuto maggior contatto con il web.  Con i negozi chiusi hanno avuto la possibilità di acquistare ciò di cui avevano necessità tramite modalità online.

Se si temeva da anni che l’e-commerce avrebbe soppiantato l’acquisto nei negozi fisici, è altrettanto vero che questa situazione ha accelerato i tempi in modo inaspettato.

L’AUMENTO DELL’UTILIZZO DI INTERNET

In un momento in cui gli individui si ritrovano ad avere molto più tempo libero o molte meno variabilità in cui sfruttarlo, l’utilizzo di Internet è aumentato esponenzialmente , al punto da cambiare in modo significativo le percentuali di impiego dei vari network (informativi, ludici, di intrattenimento).

Interessante è anche il modo in cui le varie generazioni sfruttano il web. I millennials sono più attenti alle notizie che riguardano il Coronavirus, ma la Generazione Z è meno alletata ai webinar formativi.

Abbiamo scritto in questo articolo quali sono le differenze sostanziali, se vuoi saperne di più ti invitiamo ad approfondire.

È tuttavia utile e fondamentale sapere che se fino ad oggi la maggior parte delle aziende italiane ha ritenuto che una digitalizzazione della propria realtà imprenditoriale fosse superflua, ci si è resi conto che in situazioni del genere avere alle spalle una comunicazione efficace e solida fa tutta la differenza del mondo.

Se non sei online sei off.

LO SVILUPPO DELL’E-COMMERCE DOPO IL COVID-19

Come riporta Forbes il 75% degli acquisti online dell’ultimo mese proviene da persone che non avevano mai acquistato online precedentemente.

Questo è un grande segnale che sta ad indicare come il momento di crisi globale abbia contribuito ad accelerare notevolmente il cambio di abitudini degli acquirenti.

Presumibilmente, una  volta terminata il lockdown, gran parte delle persone che hanno potuto scoprire i servizi di e-commerce farà un po’ più fatica a tornare nei negozi fisici per acquistare cose che può comodamente trovare online a volte anche a prezzi inferiori.

LA FINE DEI NEGOZI FISICI?

No. Non sarà la fine dei negozi fisici, perché l’esperienza è totalmente diversa.

La stessa Amazon, che ha sempre vissuto online, sta creando in giro per il mondo alcuni store in cui le persone possono valutare la merce e acquistarla in prima persona. 

È totalmente diversa l’esperienza e avere un negozio fisico ha un certo valore aggiunto che lo store online non può restituire. Anche i grandi marchi della moda investono nei loro negozi fisici quanto in quelli online, proprio perché l’acquirente ha bisogno di un contatto reale e umano anche con la merce che acquista.

COSA SIGNIFICA QUESTO?

L’aumento degli acquisti online indica un cambio di prospettive, ma sarebbe errato pensare che l’e-commerce soppianterà ogni negozio fisico.

I negozi fisici avranno vita lunga, una volta terminato il periodo di lockdown, se sapranno restituire al pubblico esperienze significative, e acquistare equivarrà ad emergersi in una nuova realtà.

Non sono necessari grandissimi budget, anche un’idea semplice può fare la differenza. Certo è che ora l’online non è più ignorabile. Se la tua azienda non ha un proprio spazio online con una comunicazione efficace rischia di collassare.

I tempi sono cambiati e anche drasticamente.

Se hai intenzione di scoprire strategie di comunicazione e strategie di marketing adatte al tuo business contattaci a hello@effe2effe.com

Go to Top